Crociere sul Nilo

Le crociere sul Nilo sono in voga dal XIX secolo. Inizialmente, i proprietari delle navi erano grandi imprese turistiche internazionali, e dai loro profitti l'Egitto non ottenne un centesimo. Per contrastarlo, in anni 90. XX w. è stato implementato un programma speciale, comunemente noto come "dollaro per lo sviluppo"”, secondo cui i turisti sul Nilo si tassavano volontariamente sul dollaro. Il denaro raccolto è stato devoluto alle scuole, strade e acquedotti nei paesi più trascurati. Lentamente, il turismo fluviale iniziò a passare nelle mani degli egiziani, e sembrerebbe, che verrà l'era della prosperità. Oggi, le navi più famose e lussuose appartengono ancora a catene alberghiere internazionali. Quando è difficile muoversi liberamente in Egitto, una crociera sul Nilo diventa una delle poche occasioni per guardare a questo paese non solo come luogo di antiche piramidi e rovine di templi. Dal ponte di una nave da crociera, puoi osservare la natura mutevole e la vita quotidiana delle persone, che è rimasto in gran parte lo stesso, come ai tempi dei faraoni. È un incontro con i villaggi d'argilla, dove la vita si svolge sulla riva del fiume. Puoi vedere i bambini che giocano nell'acqua, donne che lavano e lavano pentole, indossando brocche d'acqua sulla testa, bufali che oziano nel fango lungo il fiume, pescatori che pescano, palmeti, campi di cotone, canna da zucchero, verdure. Puoi anche vedere tonnellate di spazzatura immagazzinata sulle banche, che scivolano lentamente nell'acqua e vanno alla deriva con la corrente. Anche questo è l'Egitto.

Le crociere possono essere effettuate trattandosi di viaggi di 7 giorni (solo da Luxor) o più breve 5- o 3 giorni – di solito da entrambe le porte. In questo viaggio le notti sono trascorse a bordo, durante il giorno, puoi fare una gita in barca o visitare singoli monumenti dopo lo sbarco. Nella variante Luxor-Aswan puoi contare su una sosta a Luxor, visitare Luxor, Karnak e Tebe occidentale, e poi in Edfu (tempio di Horus). Dopo una sosta obbligata alla chiusa di Esna, la nave fa rotta verso Kom Ombo, dove vai a terra. Poi o tornano al Cairo, o in località di villeggiatura. Le singole navi differiscono nello standard.

Gite in feluca

Gite in feluca (o una piccola motonave) è un must per il tuo soggiorno ad Assuan. Alcuni organizzano ulteriori viaggi, ma la maggior parte è limitata alle crociere alle isole più vicine nearest (Elefantyna, Isola di Kitchener, Sehel), sulla sponda occidentale o nelle vicinanze di Cataract I.

E la Cataratta e l'isola di Sehel

Alcune agenzie di viaggio combinano un viaggio in un villaggio nubiano con una visita all'isola di Sehel (4 km a sud di Assuan) e la vicinanza della Prima Cataratta. Il prezzo di un tale viaggio aumenta quindi a 30-35 Dollaro statunitense. Il prezzo ufficiale per una crociera di tre ore in feluca è 70-100 EGP. Zawsze należy pamiętać o wodzie do picia i nakryciu głowy.
Sull'isola di Sehel, le rocce sono così calde a mezzogiorno, che quasi bruciano.
Con un forte vento alle spalle, ci vuole circa mezz'ora per navigare lì, durante il giorno, quando non soffia – a volte più a lungo. Il prezzo ufficiale di un viaggio del genere (solo per l'isola di Sehel) è di circa. 50 EGP.
Ci sono due colline decorate sopra Sehel 250 iscrizioni del Medio Regno e dell'epoca tolemaica. Sono graffiati piuttosto che scolpiti nel duro granito. La maggior parte delle spedizioni egiziane in Nubia si fermarono a Cataract I e fecero sacrifici per un ritorno di successo. Allo stesso modo, i nostri viaggi di ritorno erano incisi con iscrizioni in onore della dea Anuket, Signora dell'isola, consorte di Lord Cataract -Chnum. Una delle iscrizioni più famose è stata conservata sulla collina orientale, Stele della fame tolemaica (no 81), probabilmente una copia di una stele più antica. Il testo inciso sulla pietra si riferisce al regno del faraone Djoser e racconta il periodo di sette anni di carestia durante la III Dinastia.
Dalla collina c'è una meravigliosa vista dell'intera Cataratta, con le rapide correnti del fiume che si stringono tra le lastre di granito. Prima della costruzione della diga di Assuan, l'acqua nella cataratta faceva schiuma, creando un terrificante ostacolo per i viaggiatori fluviali.
Anticamente la cataratta era considerata la sorgente del Nilo, con cui Khnum versò acqua sull'Egitto e a sud – in Nubia. Gli egizi immaginavano le sorgenti come una grotta sotterranea, dove risiedeva la divinità del fiume.